Mirador

Se si insegnasse la bellezza alla gente, la si fornirebbe di un’arma contro la rassegnazione, la paura e l’omertà. All’esistenza di orrendi palazzi sorti all’improvviso, con tutto il loro squallore, da operazioni speculative, ci si abitua con pronta facilità, si mettono le tendine alle finestre, le piante sul davanzale, e presto ci si dimentica di come erano quei luoghi prima, ed ogni cosa, per il solo fatto che è così, pare dover essere così da sempre e per sempre. È per questo che bisognerebbe educare la gente alla bellezza: perché in uomini e donne non si insinui più l’abitudine e la rassegnazione ma rimangano sempre vivi la curiosità e lo stupore”. (Peppino Impastato).

Omaggio ai Borghi più belli d’Italia

Una creazione del gruppo BLU L’AZARD dedicata a “I BORGHI PIÙ BELLI D’ITALIA”, promossa dal Comune di Ostana (CN), prodotta dalla Chambra d’oc e messa a disposizione della rete dei Borghi.

Il grande etnomusicologo Alan Lomax, che tra il 1954 e il 1955 compie un lungo viaggio per l’Italia registrando le musiche e i canti tradizionali, consegnando alla storia e alla nostra memoria dei suoni e delle estetiche musicali che già andavano scomparendo, scrive sul suo diario di viaggio:

La maggior parte degli italiani – non importa chi siano o come vivono – ha una passione per l’estetica. Magari hanno soltanto una collina rocciosa e le mani nude per lavorare, ma su quella collina costruiranno una casa o un intero paese le cui linee si armonizzano perfettamente con il contesto”.

Coordinate dello spettacolo, quasi a guidare lo sguardo dal belvedere, oltre i suoni della tradizione musicale italiana sono anche poesie e pensieri che aiutano a declinare il concetto di bellezza e che di bellezza sono impregnati.

 

Annunci